19-20 gennaio 2019
Olympia delle Tofane - Cortina d'Ampezzo

Maria Riesch forse ci ripensa

Intervista esclusiva alla formidabile tedesca che è stata la più veloce nel primo allenamento della discesa sull'Olimpia delle Tofane: "Non è detto che dopo le Olimpiadi lasci lo sci" - Tina Maze, battuta di un solo centesimo di secondo, pare rinata a Cortina d'Ampezzo - Domattina è prevista un'altra nevicata

 

Data: 17/01/2014

CORTINA D’AMPEZZO, 16 GENNAIO 2014 – Le prove cronometrate, specie quelle del primo giorno che sono più che altro esplorative del nuovo tracciato, hanno valore sino ad un certo punto, ma contano, se contano, quando le prime tre della classifica del training ufficiale sono anche le  grandi favorite della discesa di due giorni dopo. E così è stato stamane a Cortina dal momento che le prime tre sono state nell’ordine Maria Riesch, Tina Maze e Anna Fenninger. Ovvero il gotha dell’alta velocità sugli sci. Certo sulla pista delle Tofane hanno possibilità di salire sul podio di ghiaccio anche campionesse del calibro di Tina Weirather, della svizzera Marianne Kaufmann-Abderhalden, vincitrice della libera a dicembre in Val d’Isère, per non parlare di altre due prime donne della discesa e del calibro di Elisabeth Goergl, l’austriaca che ha primeggiato la settimana scorsa ad Altenmarkt,  e Lara Gut, eccezionale protagonista nell’avvio di stagione.

Però ad ascoltare sul parterre d’arrivo di Rumerlo i bisbigli degli allenatori, la trionfatrice di sabato sull’Olimpia non dovrebbe uscire dal cerchio di queste tre. E cioè, non è male ripeterlo, la leader di Coppa del Mondo, Maria Riesch, l’affascinante slovena che ha stradominato nel 2012-13, Tina Maze, e l’austriaca Anna Fenninger che, se si esclude la débâcle in Val d’Isère, ha avuto un crescendo di risultati che lasciano presagire prima o poi ad un suo successo visto che è stata quinta a Beaver Creek, quarta a Lake Louise, terza ancora in Canada e seconda ad Altenmarkt.

Un solo centesimo di secondo ha diviso oggi Tina Maze da Maria Riesch. Il che significa in parole povere: uno che la tedesca, la più veloce già al primo come al secondo intertempo, è in una forma davvero strepitosa; due che la slovena, nettamente in testa all’ingresso di Rumerlo, ha accumulato così tanta rabbia a cavallo del nuovo anno che è arrivato il momento di tornare ad essere il fenomeno che nella passata edizione della Coppa del Mondo ha stravinto dovunque, tranne che per la verità a Cortina, e in tutte le specialità. Se poi le sensazioni avute in pista sono valutabili dai sorrisi regalati al termine dell’allenamento odierno, quelli della Maze e della Riesch erano lo specchio evidente della loro grande soddisfazione.

Della nostra Maria, nel bene e nel male, Cortina ha ricordi splendidi quanto drammatici. La tedesca di Garmisch-Partenkirchen, che ogni anno diventa sempre più donna, nel superG ampezzano del 2005 cadde infatti rovinosamente in vista di Rumerlo e fu trasportata al Codivilla in elicottero: si era rotta i legamenti del ginocchio compromettendo così a vent’anni una carriera che già si era delineata strepitosa. Ma la Riesch ha un carattere molto forte e proprio a Cortina è tornata a vincere

nel superG del 2008 davanti a Lizi Goergl e alla regina dell’Olimpia, Renate Goetschl. E ancora si è imposta, stavolta in discesa, nell’anno in cui (2011) ha poi conquistato la sfera di cristallo soffiandola sotto al naso proprio alla straordinaria Lindsey Vonn.

Ritieni d’essere la favorita nella gara di sabato?, le abbiamo chiesto mentre ancora quasi ansimava. E lei, senza fare una piega, anzi aprendosi in un altro largo sorriso: “Sicuramente il mio primo training dice questo: la pista è fantastica, difficile e veloce come piace a me, di Cortina sono innamorata, qui ho già vinto due volte, sto bene, però non ci si deve mai sopravvalutare. D’accordo, quasi dieci anni fa, qui in superG mi sono fatta anche male, ma l’ho in fretta dimenticato perché altrimenti poi non sarei riuscita più a vincere”.

E’ un vero peccato che Maria Riesch abbia deciso di chiudere con lo sci a fine stagione. “In realtà non è proprio così – ci ha subito corretto -. Ho detto che dopo le Olimpiadi di Sochi o addirittura a fine stagione deciderò se continuare o meno”. Aspetti forse di vedere se rivincerai la Coppa del Mondo? “No, non dipende da questo. E’ che, per dirla tutta, mi è sempre più faticoso esprimermi in tutte e quattro le specialità, soprattutto in slalom. Guardate per esempio Mikaela Shiffrin che ha undici anni meno di me e mi prende quasi per le orecchie tra le porte strette. Ma io non posso allenarmi esclusivamente in slalom o in gigante. Per rivincere la Coppa del Mondo devo infatti dedicare anche moltissimo del mio lavoro alle prove veloci”. Insomma, tanto per chiarire ancor meglio quali saranno le sue prossime decisioni, la sensazione è che Maria abbia fatto un piccolo passo indietro e che potrebbe anche cambiare idea dopo le finali di marzo a Lenzerheide in Svizzera.

L’Olimpia delle Tofane era stamattina uno schianto come molte delle donne jet dello sci spogliate delle loro tute, dei gusci e dei caschi. Un’altra volta tutti gli uomini del presidente Enrico Valle hanno fatto in pista uno straordinario lavoro dopo l’abbondante nevicata di martedì. Tant’è che ieri sera, nella riunione dei capisquadra, Atle Skardaal e tutti gli allenatori presenti hanno calorosamente applaudito Adolfo Menardi che è il direttore di pista della Coppa del Mondo ampezzana. Il guaio è che, dopo il sole di oggi, non vedremo domani i camosci sgambettare sopra il Canalone. E’ difatti in arrivo una nuova perturbazione. Né ci riempiremo il cuore vedendo, come ieri sera ha fatto Tina Maze con il suo compagno e allenatore Andrea Massi, passeggiando romanticamente in centro paese, lo spettacolo della pista delle Tofane illuminata a giorno. Sono previsti 15-20 centimetri di neve in mattinata e dunque la seconda sessione di prove cronometrate prima di mezzogiorno è a forte rischio. Come il superG di domenica che comunque verrebbe recuperato venerdì della prossima settimana. Del resto domani è venerdì 17.

  
 Ticketing
Qui trovi i biglietti della Coppa del Mondo Sci di Cortina d'Ampezzo e info Dolomiti Bus (Feltre - Cortina). Entra nel nostro Ticket Shop
 
 Countdown
 Partners
 Webcam
webcam
 Newsletter
Rimani in contatto, iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente sulla tua mail
Fondazione Cortina 2021
Via Marangoi, 1
32043 Cortina d’Ampezzo (BL)
Partita IVA 01181440254
Tel. +39 0436 875514
Fax +39 0436 875514
worldcup@cortina2021.com

Impressum | Powered by   Juniper-XS - Cavalese (Tn)